SAIS

La campagna agraria 2021 ha visto la realizzazione di importanti e stimolanti progetti che hanno coinvolto studenti, docenti, collaboratori tecnici ed aziende del territorio. Uno di questi è quello realizzato in collaborazione l’azienda S.A.I.S (Società Agricola Italiana Sementi), dedicato alla coltivazione e raccolta di colture orticole destinate all’industria sementiera. Gli studenti delle classi 3°F, 4°B e quelli impegnati nelle attività di PCTO scolastico ed estivo, coordinati dal prof. Federico Corbara, hanno potuto osservare ed operare durante tutto il ciclo produttivo; dalla preparazione del terreno, pacciamatura, installazione dell’impianto d’irrigazione, trapianto, manutenzione e raccolta. S.A.I.S oltra a fornire le piantine ed a garantire il ritiro e la lavorazione del prodotto, ha seguito tutto il ciclo produttivo attraverso il suo perito agrario Thomas Altini, ex studente dell’Istituto Agrario “G. Garibaldi”.

Nel podere Campolatorre, in oltre 1000 metri quadrati sono state coltivate diverse orticole come: peperoncino cv. Etna, pomodoro cv Cuore di bue, zucchino, melanzana rotonda bianca sfumata di rosa e basilico Gecom. 

La prima campagna sementiera della nostra scuola ha dato frutti soddisfacenti sia in termini di quantità e qualità delle produzioni, che didattici in quanto tutte le fasi di lavorazione sono state svolte dagli studenti. Questo progetto sperimentale che verrà ripetuto ed incrementato anche nel prossimo anno scolastico, porta il mondo delle colture da seme all’attenzione dei ragazzi; non dimentichiamo che la nostra regione ed in particolare l’area romagnola, è altamente vocata alla riproduzione semenziera, rappresentando in assoluto il primo bacino a livello nazionale. Oltre il 60% delle colture ortive da seme è coltivato fra le province di Rimini, Forlì– Cesena, Ravenna, Bologna e parte di Ferrara. Il distretto romagnolo ed in particolare Cesena è caratterizzato da fattori ambientali, microclimatici e condizioni di manodopera e preparazione tecnico-professionale che lo mantengono saldamente al primo posto in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.